I nostri figli

l nostri  figli che futuro anno?. A vederli col smartphone e internet sempre con sé non mi sembra che facciano passi da gigante eppure bisogna avere fiducia in loro,come dall’insegnamento che ricevono dai genitori (questo molto importante) . Disillusi,senza progetti per il futuro,tutto a portata di mano e con lo spirito di divertirsi,ma non bambini e mammoni come è consueto definirli . Si un po’ se ne fregano della politica, del sociale e vivano in un altro mondo ,quel mondo che senza angoscia e paura fanno di per sè il loro traguardo(eppure bisogna avere fiducia in loro e mai colpevolizzare e darli loro quel detto: tu non capisci niente sei troppo piccolo.). Perché a quel punto gli demoralizzi e gli fai capire che non conta nulla né ora è nè in futuro,ma forse non vogliono fare un gran che perché è il sistema che gli costringe a stare dietro le quinte e questo gli peserà per il resto della loro vita. Ormai i genitori coi loro problemi non gli danno una retta via , l’inserimento alla scuola non ne parliamo.. lo stato neppure, allora di chi dare la colpa è di chi sono questi ragazzi? Forse se i giovani nell’ età compresa dagli 8-20 anni gli considerassero non ci sarebbero problemi come l’alcolismo,bravate,e via dicendo…. i giovani risorsa essenziale per andare avanti,ma quando lo capiremo? Un saluto a tutti i giovani d’Italia e che presto vi considerano.